Alfredo alla Scrofa: un libro per festeggiare la grandezza di un piatto che unisce Roma agli USA

Fettuccine Alfredo Una Vera Storia d'Amore di C. Pipola Ed. Agra Ristorante Alfredo alla Scrofa

Dopo il grandissimo successo dello scorso anno, si avvicina il National Fettuccine Alfredo Day 2018 al ristorante Alfredo alla Scrofa, la ricorrenza che celebra in tutto il mondo, ed in particolare negli stati Uniti, le famose Fettuccine Alfredo, piatto nato nel secolo scorso all’interno del leggendario ristorante di Via della Scrofa, meta di pellegrinaggio, oggi come ieri, per attori, politici, artisti, intellettuali, sportivi e personaggi di spicco da tutto il mondo.
Oltre a celebrare il fascino di un piatto senza tempo, l’edizione 2018 dell’evento sarà dedicata alla presentazione del libro “Fettuccine Alfredo: una vera storia d’amore”, che racconta proprio la nascita e le “avventure” delle fettuccine, che hanno attraversato un intero secolo per fondersi con le vite e con le storie di uomini e donne di ogni età, cultura e provenienza.
Le Fettuccine sono da sempre state, e sempre saranno, un gesto d’amore, una dedica speciale, un atto di riconoscenza, condivisione e premura verso chi le assaggia – afferma Mario Mozzetti, proprietario insieme a Veronica Salvatori del ristorante di Via della Scrofa – per questo il libro esplora la profonda identità di una ricetta che non è semplicemente l’unione di tre ingredienti, ma un vero e proprio simbolo della cultura italiana che ha saputo dialogare con le generazioni, interpretando sempre e in ogni momento storico un profondo senso d’amore”.
La curatrice Clementina Pipola, colpita dalla ricchezza e dalla profondità del piatto, ha avviato una ricerca storica, divertente e appassionata, sulle orme delle fettuccine, partendo dal quattrocentesco trattato del Maestro Martino da Como, il Libro De Arte Coquinaria, per arrivare ai giorni nostri, attraversando mode, culture, personaggi, avvenimenti storici e politici. Vero filo rosso del racconto, il legame affettivo, una vera e propria storia d’amore, che lega le fettuccine ai suoi numerosi degustatori. 

National Fettuccine Alfredo Day 7 febbraio 2018 ristorante Alfredo alla Scrofa RomaA fornire un aiuto imprescindibile alla ricerca, proprio quel libro degli ospiti che riporta le firme di uomini e donne straordinarie, come Marylin Monroe, Tony Curtis, Ava Gardner, Jimi Hendrix, Brigitte Bardot, Ringo Starr, Lucia Bosé, Vittorio Gassman e Federico Fellini solo per citarne alcuni.
A guidare oggi l’attività del ristorante Alfredo alla Scrofa sono Mario Mozzetti e Veronica Salvatori, eredi del ristorante ceduto da Alfredo ai propri bisnonni. Mario e Veronica hanno da sempre condiviso il desiderio di valorizzare le Fettuccine Alfredo non solo come piatto della cultura gastronomica ma come patrimonio nazionale e storico italiano.
Proprio da questa volontà, nasce il volume che racconta la storia delle Fettuccine e che mira a diffondere la vera genesi di una ricetta la cui origine è spesso mistificata e disconosciuta all’estero. Nessuna occasione poteva essere più adatta per presentare il libro del National Fettuccine Alfredo Day, festa nata negli Stati Uniti ma di cui riappropriarsi con orgoglio proprio a Roma, in Via della Scrofa.
Io e Veronica avevamo promesso che ogni anno, dal 2016, avremmo festeggiato questa ricorrenza – commenta Mario Mozzetti – e non vediamo l’ora di mantenere la nostra promessa. Un’occasione che ci consente di ripetere con clienti, amici, personaggi e ospiti da tutto il mondo, quel primo atto d’amore che ha dato origine alle Fettuccine”.
L’evento privato del 7 febbraio, anticipato il 6 febbraio da una presentazione alla stampa del libro, sarà quest’anno dedicato agli anni ’20 e ‘3o, anni di grande spicco per il ristorante, gli anni in cui è nato il mito delle Fettuccine Alfredo nel mondo.

National Fettuccine Alfredo Day 
7 febbraio 2018
Ristorante Alfredo alla Scrofa
Via della scrofa, 104/a
00186, Roma
06.68806163

Print Friendly, PDF & Email


The following two tabs change content below.
Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *